A volte ritornano…

…e tornare è sempre dura. Ti chiedi “ma come farò a ricominciare?” e soprattutto “da dove ricominciare?”…

Ritorni a casa e ti rendi conto di quello che hai lasciato: polvere, rapporti e confusione (non necessariamente in questo ordine), accumulati sulla scrivania, o per farmi capire meglio, sul desktop. La prima cosa che mi sovviene dopo questo rientro 2.0 – fa ormai fighi aggiungere il duepuntozero ovunque – è che i feed sono davvero una gran brutta cosa se li lasci accumulare per giorni, settimane, mesi, anche perché quando il tuo lettore ti indica che sono “1000+” un espressione di geloti paralizza la mascella, effetto in parte mitigato fortunatamente dalla nuova funzione “search” di Google Reader (sia ringraziato big G!). Ma la dipendenza da duepunt… ci siamo capiti, t’impone di leggiucchiare quasi tutti i mille e più interventi e pian piano ritorni a far parte della “nicchia”.

Ne è successa di roba in questi giorni provo a riepilogare gli avvenimenti che (mi) hanno colpito di più quest’estate:

  • Veltroni apre il suo sito propagandistigo-elettorale (non si può parlare di blog), e lo fa in modo eccellente. Non si sà se grazie a lui o più sicuramente alla “troupe” di gente che gli gira intorno, tuttavia si dimostra intelligente e aggiornato. 2.0
  • E’ uscito in Italia il film di Micheal Moore, Sicko, l’ho visto e la cosa, anche se non ignoravo del tutto la situazione della sistema sanitario americano, mi ha inorridito, peggio di qualsiasi film horror (sicuramente più di Disturbia, visto la settimana prima, deludente thriller con qualche citazione generazionale, migliore più nel trailer che nel film vero e proprio). Cinema?
  • Grillo e il suo V-Day sorpende i politici e i media, che prima dell’8 settembre non lo avevano degnato nemmeno di una menzioncina in fondo al tiggì, dimostrazione di quanto antiquati e faziosi siano i telegiornali nazionali. Non colpisce chi invece in rete lo segue da tempo, anzi in alcuni casi già inizia a stancarsi di un comico che ha smesso di fare il comico. La sua manifestazione ha comunque dato una scossa, il preallarme di una situazione pronta a deflagrare se ben pompata, e il suo blog resta tra i 5 siti più influenti in Italia. Popolare.
  • Il giallo dell’estate sappiamo tutti qual’è e seppur annoiati dalle aride giornate estive, siamo stanchi di notizie romanzate e continui aggiornamenti inconsistenti quando ancora si è nel buio più totale. Morbosi.
  • L’Independent Day Festival di Bologna m’è proprio piaciuto, Tool e Nine Inch Nails hanno fatto due show veramente esplosivi. Spettacolari.
  • Muore il grande Pavarotti, e già fanno rumore i primi screzi tra amici e parenti per dividersi la cospicua eredità. Icona.
  • L’Italia, quella del calcio intendo, continua a non decollare, anzi la tanto attesa vendetta sui francesi si è manifestata in un coro di 80.000 fischi all’inno francese (bisogna essere davvero “intelligenti” per fischiare la Marsigliese), con uno scialbo 0 a 0 finale. Buuuu.
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in attualità, calcio, cinema, gig, google, internet, musica, sport, web 2.0, youtube. Contrassegna il permalink.

Una risposta a A volte ritornano…

  1. talking dynamics ha detto:

    i am not aware of this language please i need the content in english if possible ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...